<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo Benefits Blog

Come definire la cultura organizzativa orientandola alle performance?

Pubblicato il: 01.08.19 - Tempo di lettura: 6 minuti

cultura organizzativaCostruire una cultura organizzativa solida e trasparente fa parte di una strategia più ampia, orientata a migliorare il benessere, la motivazione e le performance.

Alla base, troviamo il coinvolgimento dei collaboratori nelle attività e la consapevolezza che il valore aggiunto di un’azienda si misuri anche a partire dalla loro stessa percezione. Più sarà positiva, maggiori saranno le opportunità di generare un circolo virtuoso di benessere e soddisfazione.

Ne parliamo nell'articolo di oggi, approfondendo il significato di cultura aziendale e le attività su cui il dipartimento HR dovrebbe puntare per attivare un processo efficiente di fidelizzazione dei talenti.

Cosa intendiamo con cultura organizzativa?

Possiamo definire la cultura aziendale come un insieme di valori, principi e norme, condivisa a tutti i livelli e mirata a creare un coinvolgimento attivo; si tratta di un meccanismo efficace per raggiungere gli obiettivi.

Definire una cultura aziendale solida non è banale, occorre mettere in moto una serie di variabili che condizionano interamente l’assetto organizzativo.

Nei prossimi paragrafi parleremo in particolare dei seguenti argomenti, cliccabili direttamente qui sotto:

New call-to-action

Cultura aziendale: significato e obiettivi per l’azienda

Nel video, Fabio Santini, a capo della divisione One Commercial Partner di Microsoft Italia, affronta il tema della cultura organizzativa, sottolineando l’importanza di assicurare ai collaboratori uno spazio per commettere errori, imparare e migliorarsi che nel tempo si trasformerà in un terreno fertile per generare strategie di successo. Fabio Santini sottolinea, infatti, come l’elemento che distingue una cultura aziendale solida sia la capacità di fare della valorizzazione delle persone una vera e propria mission, un obiettivo perfettamente integrato agli altri.

Paul Spiegelman e Britt Berrett, all’interno del loro libro “Patients Come Second: Leading Change by Changing the Way You Lead” analizzano la capacità di un'impresa di attrarre e trattenere talenti, concludendo come, alla base di una riduzione considerevole del turnover, vi sia la forte consapevolezza dei collaboratori di ricoprire un ruolo di responsabilità. Non solo obiettivi da raggiungere nelle scadenze previste: il primo passo per migliorare la motivazione si avvia a partire dalla definizione delle aspirazioni personali, delle aspettative di crescita e dal riconoscimento delle performance.

Da dove cominciare per sviluppare le strategie e attivare gli strumenti opportuni? Dalla definizione degli obiettivi della cultura aziendale.

1. Migliorare la percezione dei collaboratori

Una buona percezione dei dipendenti nei confronti dell’azienda ne influenza benessere e motivazione; la consapevolezza di ricoprire un ruolo di responsabilità, come abbiamo anticipato, favorisce la nascita di sentimenti positivi e di un approccio proattivo al lavoro.

Se, al contrario, i collaboratori non nutrono sentimenti particolarmente positivi nei confronti dei propri manager o del team di lavoro significa che qualcosa non sta andando nella giusta direzione e bisogna intervenire con una serie di cambiamenti anche a livello di struttura organizzativa.

2. Creare un ambiente di lavoro collaborativo

Esiste un collegamento tra la percezione delle persone nei confronti dell’azienda e la creazione di un ambiente di lavoro collaborativo. Un gruppo ben organizzato e coinvolto nelle scelte strategiche interne contribuirà a dare vita a un clima sereno e stimolante, migliorando, di conseguenza, la percezione nei confronti dell’assetto organizzativo.

Occorre offrire ai collaboratori le occasioni per mettere a frutto le loro competenze e la voglia di fare: questa strategia si rivelerà vincente anche in fase di recruiting di candidati promettenti.

cultura organizzativa

3. Supportare il benessere

Sebbene si tenda spesso a credere che il raggiungimento di importanti risultati sia l’unico obiettivo a cui lavorare, il legame tra motivazione, performance e benessere permette di superare il concetto stretto di produttività, a favore di iniziative mirate al miglioramento della soddisfazione dei collaboratori e delle performance.

Le attività per rafforzare la cultura organizzativa

Nel paragrafo precedente abbiamo analizzato gli obiettivi della cultura aziendale; proviamo ora a definire gli strumenti a disposizione delle Risorse Umane per rafforzarla e condividerla a tutti i livelli.

Comunicare i valori aziendali

Non si tratta di frasi di circostanza o poco credibili, ma di principi ai quali aspirarsi durante lo svolgimento delle attività quotidiane. Condividerli già in fase di selezione dei nuovi talenti pone il focus sulla volontà di promuovere i valori sui quali si fonda l’azienda.

Trascorrere tempo di qualità con i colleghi

Sembra una banalità, ma se riflettiamo sul ruolo del tempo libero sulla concentrazione e la motivazione dei collaboratori, comprendiamo come concedersi momenti fuori dal luogo di lavoro per approfondire la conoscenza dei colleghi risulti determinante per rafforzare i rapporti e la sintonia tra i membri del team.

Premiare obiettivi e risultati

Il riconoscimento da parte delle figure più senior e in generale dei colleghi per un obiettivo raggiunto, oltre a valorizzare il lavoro svolto, è una leva per migliorare la motivazione e puntare a  obiettivi ancora più ambiziosi.

Promuovere la capacità di leadership

Sempre più ricerche in ambito HR dimostrano come la capacità di leadership abbia un impatto positivo sull’azienda e sulle performance; è fondamentale che le figure che ricoprono un ruolo manageriale contribuiscano a supportare il benessere in azienda, diffondendo un clima di lavoro sano e collaborativo.

Rispondere alle necessità dei collaboratori

Promuovere iniziative mirate a rispondere ai bisogni dei collaboratori è indispensabile per rafforzare la cultura aziendale. Per attivare gli strumenti opportuni, occorre analizzare attentamente le esigenze personali e definire un piano di servizi adeguato.

Attivare corsi di formazione e aggiornamento

I corsi di formazione sono un asso nella manica estremamente efficace a disposizione di un’impresa, perché permettono di essere competitivi nel proprio settore, ma non solo. Investire in un piano di aggiornamento favorisce lo sviluppo e il consolidamento delle competenze, fondamentali per accogliere le novità di un mercato in continua evoluzione.

Connettersi con gli altri

La cultura aziendale si basa su profonde connessioni tra persone che condividono i medesimi valori. Ecco perché risulta fondamentale prevedere anche attività alternative al lavoro quotidiano, mirate a stimolare la collaborazione, potenziare le relazioni interpersonali e creare un clima di fiducia e stima.

L’importanza di sviluppare il Growth Mindset

In questo video Carol Dweck, docente di Psicologia a Stanford e precedentemente ad Harvard e alla Columbia University, spiega come nel corso della sua carriera abbia analizzato l’impostazione mentale – il cosiddetto mindset - concludendo che le capacità intrinseche sono marginali rispetto al modo di approcciare una sfida.

Dai suoi studi, è emerso che chi percepisce le proprie sconfitte come inevitabili e insuperabili è più incline a non perseguire altre strade e a rinunciare a qualunque forma di miglioramento.

Al contrario, cogliere l’opportunità di potersi migliorare a valle degli errori commessi e delle nuove nozioni apprese sottopone il cervello a un costante allenamento, fondamentale per superare nuove sfide e raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi.

Come abbiamo anticipato all'inizio di questo articolo, dare spazio ai collaboratori per commettere errori e migliorarsi è un indicatore della capacità delle aziende di guidare la crescita professionale dei collaboratori. Questo è uno dei concetti su cui si fonda la cultura organizzativa agile di cui parliamo nel prossimo paragrafo.

Change management: l’evoluzione verso la modalità agile

La cultura aziendale è il modus operandi che guida le dinamiche interne e l’attivazione di nuove strategie, indirizzando comportamenti e attività. La cultura agile è un’evoluzione che nasce a partire da importanti trasformazioni sociali e tecnologiche e che richiede l’applicazione del change management, ovvero una serie di attività e strumenti con cui gestire la trasformazione dell’assetto organizzativo a fronte della diffusione di nuove tecnologie.

Supportare i collaboratori nello sviluppo delle competenze necessarie è essenziale; allo stesso modo è compito dell’azienda incoraggiare le persone a esprimere e condividere idee originali, per dare vita a progetti innovativi.

Le persone devono misurarsi su un terreno nel quale sono ammessi difficoltà ed errori, i modi per far emergere il proprio potenziale e acquisire competenze strutturali, utili per ripensare vecchi modelli e dinamiche.

Un’azienda aperta al cambiamento e capace di supportare il consolidamento di nuove abitudini otterrà molti vantaggi in termini di miglioramento dei processi organizzativi. Ripensare l’assetto strutturale significa mettere a disposizione delle persone gli strumenti necessari per accogliere le richieste di un mercato in rapida e continua trasformazione.

Soprattutto nelle fasi di transizione, è compito dell’azienda indirizzare tutti i collaboratori verso attività costruttive, nell'ottica di favorire lo sviluppo di una mentalità dinamica, aperta al cambiamento e al miglioramento continuo.


Nell'articolo di oggi, abbiamo analizzato le attività da prevedere per le aziende che aspirano a rafforzare la cultura organizzativa, migliorare la motivazione dei collaboratori e le performance. Come abbiamo visto, occorre definire in primo luogo gli obiettivi della cultura aziendale e, in un secondo momento, focalizzarsi sugli strumenti a disposizione che devono tenere conto delle necessità delle persone e dei cambiamenti inevitabili nell'assetto organizzativo. La cultura aziendale deve supportare una mentalità aperta e incline al cambiamento, anche grazie alla formazione continua.

Sei in cerca di strategie per rafforzare la cultura della tua azienda?

Sodexo è al tuo fianco per aiutarti a progettare un’offerta integrata di soluzioni che permettano di supportare in concreto il benessere dei collaboratori e incrementare le performance.

Per saperne di più, clicca qui e richiedi una consulenza gratuita per scoprire come soddisfare le esigenze e promuovere la cultura del benessere in azienda.

Consulenza Sodexo Benefits & Rewards

Argomenti: benessere organizzativo, gestione HR, cultura aziendale agile

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New call-to-action

Articoli recenti