<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo News

Godersi la vita, con esperienze gratificanti

#3-Experiential_rewards_a_chance_to_live_the_dream_190x107_ebusiness-Thumb

Che sia una visita nel back-stage o un memorabile viaggio all’estero, i premi costituiti da esperienze stanno aumentando rapidamente.

Scopri in che modo un incontro con Harry Potter può aiutarti a migliorare il tuo business

Ian Thomson, Director of Incentive & Recognition at Sodexo Benefits & Rewards Services UK, presenta i vantaggi delle diverse tipologie di gratificazioni esperienziali.

I premi sotto forma di esperienza diventano sempre più popolari, ma come è cambiato questo benefit nel tempo?

Inizialmente erano considerati un lusso prolungato, come ad esempio un viaggio di cinque giorni per i dipendenti più produttivi. Oggi, invece sono concepiti su un piano tattico, un modo per premiare la persona o gruppi di dipendenti e per evidenziare comportamenti positivi volti al raggiungimento di determinati obiettivi. Inoltre, le esperienze sono fornite generalmente a un costo contenuto, per una durata più breve e per un elevato numero di persone.

La ricerca Sodexo ha mostrato che il 17% dei dipendenti vorrebbe condividere le esperienze con il proprio team e il 25% con familiari o amici.

Cosa rende queste esperienze così speciali, paragonate ad altri tipi di premi?

Gli incentivi in denaro tendono ad essere utilizzati per le spese di tutti i giorni, come ad esempio una carta servizi o per lo shopping e vengono dimenticati in fretta.

Con un’esperienza vissuta, è possibile creare un’emozione che i soldi non possono comprare, qualcosa di speciale, di importante e di lunga durata. Inoltre ad essa viene associata la possibilità di pianificare l’occasione e di sentirsi gratificato per tutto ciò che ne consegue.

Per esempio, quando è stato inaugurato il mondo di Harry Potter, abbiamo ospitato i clienti per la vera prima cena nella Great Hall del famoso castello, e tutto ciò ha creato eccitazione prima e dopo l’evento.

La pianificazione è la parte chiave del processo?

Si, è importante pianificare l’evento in maniera efficace. Le comunicazioni iniziano a circolare prima che i clienti arrivino a destinazione, sia nella fase di lancio del programma sia nelle etichette personalizzate dei bagagli o dei kit di benvenuto in camera, in modo che le persone possano ripensare al perché le abbiano ricevute. Inoltre, un regalo sotto forma di foto è sempre ben accetto, sia stampato su un album in bianco e nero sia in digitale.

Quali sono gli errori da evitare per le aziende?

Le aziende a volte rischiano di essere troppo focalizzate sulle destinazioni, soprattutto se non riflettono i reali profili dei dipendenti. Dubai è una città meravigliosa da visitare, ma se sei un giovane che ha voglia di far festa, preferiresti probabilmente una meta come Ibiza. Anche le differenze di età sono importanti da considerare in questo ambito.

Generalmente, le generazioni più anziane preferiscono i viaggi di benessere, più lussuosi, di lunga durata. I Millenials, invece sono più consoni a biglietti dei concerti, visite nei back-stage e inviti alle serate di apertura dei nightclub più in voga.

Qual è l’esperienza più memorabile che hai mai pianificato?

Abbiamo organizzato per la direzione Corporate Social Responsability di un cliente un safari a cinque stelle in Sud Africa. Durante il viaggio, abbiamo accompagnato il gruppo in un orfanotrofio che il cliente aveva supportato tramite il suo programma di CSR (fornendo libri, penne, libri e donazioni per le uniformi scolastiche). Per il gruppo è stata la parte migliore del viaggio, poiché ha portato a casa sia un’esperienza di CSR, sia un confronto tra un safari di lusso e la vita quotidiana delle persone in Sud Africa.

Esperienze fantastiche per i dipendenti, ma cosa rimane ai datori di lavoro?

Ogni premio deve garantire un ritorno sull’investimento, quindi prima di iniziare è importante definire quale sia l’obiettivo da raggiungere. Una maggiore motivazione dei dipendenti, una spinta alle vendite o un incremento della brand awareness aziendale?

Ci sono diversi modi per misurare il ritorno, sia durante che dopo il viaggio, attraverso i feedback, un riscontro economico o la condivisione tra i dipendenti. È apprezzabile notare che il 63% delle organizzazioni maggiormente performanti mostrano una chiara preferenza verso i premi esperienziali e non per i premi cash.

In che modo Sodexo supporta le aziende nel fornire premi esperienziali?

Sodexo BRS ha una consolidata esperienza in quest’area, grazie a una dettagliata conoscenza dei differenti profili dei dipendenti e delle loro preferenze.

Per esempio, la ricerca Sodexo nel 2016 condotta su circa 600 dipendenti ha identificato l’appetibilità di 16 differenti tipi di benefit e premi in 5 diversi paesi e tre differenti gruppi generazionali tra cui i Baby Boomers.

Disporre di un’analisi dettagliata dei bisogni dei dipendenti offre a Sodexo la possibilità di offrire le migliori soluzioni in base ai programmi aziendali. In alcuni casi, ad esempio, è meglio che un premio sia meno personalizzato e più aperto a tutti; così come un’altra ricerca condotta da Sodexo ha evidenziato che il terzo premio più diffuso scelto tra i leader delle SME è un altro tipo di esperienza, una festa aziendale, generalmente a Natale.

Riguardo i premi esperienziali su misura, i nostri team hanno competenze per quel che riguarda la selezione delle destinazioni così come la logistica e i contatti con gli hotel e i luoghi di incontro.

Ciò che ci differenzia dagli altri player è la consulenza e realizzazione a 360° di un progetto che include l’ideazione della campagna, la gestione delle problematiche dei clienti, le comunicazioni in tutte le fasi, la definizione dei dettagli del viaggio e le attività post evento per massimizzare i profitti.

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti