<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo News

Motivare i Baby Boomers al lavoro

#1-Workplace_incentives_for_the_Baby_Boom_generation

La generazione Baby Boomers è stata parte determinate della forza lavoro per decenni, e non ha alcuna intenzione di lasciare il posto di lavoro.

Ma in che modo le aziende possono ottenere il meglio dai baby Boomers?

La risposta sta nel sapere offrire flessibilità alle loro giornate lavorative, vantaggi e premi in grado di soddisfare i loro bisogni e l’opportunità di poter superare le loro resistenze attraverso esperienze motivazionali inter-generazionali.

Avendo avuto un ruolo di valore sia nell’ambito lavorativo che in molti altri aspetti della loro vita, negli ultimi anni i Baby Boomers si stanno sfidando tra loro su chi arriverà prima alla pensione. Dimenticate però pantofole e sedie a dondolo, infatti il 66% dei Boomers negli Stati Uniti programmano di lavorare oltre i 65 anni, o non hanno alcuna intenzione di andare in pensione.

La necessità di coprire i costi della vita quotidiana, le spese per la salute e/o le rette dell’università dei figli inducono a valutare di continuare a lavorare. La situazione è in parte differente in Europa, dove i governi basati sull’assistenza sanitaria e il sistema pensionistico, permettono ai lavoratori, a differenza dei colleghi americani, di smettere di lavorare già a 60 anni.

Una ricchezza di competenze

I Baby Boomers hanno un grande valore professionale da offrire ai propri datori di lavoro: essendo stati dipendenti per un lungo periodo, hanno accumulato con il tempo considerevoli conoscenze e competenze sia nel settore in cui operano sia all’interno dell’azienda.

Sempre più, quella competenza preziosa sta diventando utile anche ai più giovani. Molte aziende incoraggiano i dirigenti senior che stanno programmando di andare in pensione di rimanere con un ruolo di consulenza part-time per dare una mano all’azienda nell’iter di formazione dei loro successori e per garantire una certa continuità in azienda.

Desiderio di flessibilità

In questo contesto, qual è la chiave per motivare di più i Boomers?

La risposta è capire i loro bisogni specifici, caratteristici delle loro generazioni, ma la flessibilità al lavoro è sempre in cima alla lista dei loro desideri.

Una ricerca pubblicata dalla Harvard Business Review dimostra che l’87% dei Boomers considera importante la flessibilità al lavoro. Questa evidenzia mette in luce il fatto che il 71% di loro stia ancora gestendo i bisogni di diverse generazioni di famiglie, ma anche che per molti di loro, i valori e gli ideali esistano ancora.

Non è un caso infatti che il 55% di loro faccia volontariato per sostenere cause ambientali, culturali, educative e tante altre.

Offrire gli adeguati premi

Un altro modo per tenere alta la motivazione dei Boomers è gratificarli con incentivi e premi, consapevoli che i loro gusti differiscono da quelli della generazione X o dei Millenials.

Un questionario fatto da World at Work ha dimostrato che i membri più giovani dello staff, per esempio, danno maggior importanza alla carriera professionale rispetto a dipendenti più anziani. Per essere efficaci, questi benefit hanno la necessità di essere allineati ai bisogni del tipico profilo del Boomer. Un articolo pubblicato da Sodexo, inoltre evidenzia come la guida di una supercar abbia un’importanza e un diverso valore percepito da parte di persone tra 60/70 anni di età rispetto ad un pomeriggio passato a rotolare giù da un pendio dentro una palla di plastica, sicuramente più gradito da un Millenial.

Inoltre, supporti per l’assistenza sanitaria, voucher viaggio o gite organizzate sono altri esempi di premi molto graditi dai Boomers. La sfida è creare un programma di benefit e premi che riconosca il valore dei Baby Boomers e li faccia sentire parte della famiglia.

Con le loro conoscenze e le loro esperienze nel mondo del lavoro, i Baby Boomers sono parte della storia di successo di tutte le organizzazioni. Non solo perchè portatori di competenze, ma anche per l’aiuto fornito alle aziende nel mantenere una forza lavoro varia che rifletta la diversità complessiva del business.

FOCUS: 3 DOMANDE A…

I Baby Boomers forniscono un contributo rilevante a Circles, un’azienda del Gruppo Sodexo specializzata in servizi di portineria. Sophie Belval-Sautelet, vice Presidente HR di Circles, racconta la sua esperienza, con gli occhi di chi fa parte della generazione Boomer.

Che ruolo hanno i Baby Boomers in Circles in Francia?

Sophie Belval-Sautelet: circa il 13% dei nostri dipendenti sono Baby Boomers, lavorano part-time o full-time, hanno un’età media compresa tra i 53 e i 65 anni. Solitamente lavorano on-site presso le aziende fornitrici dei nostri servizi di portineria. Molti di quelli che abbiamo assunto erano alla ricerca di un’opportunità lavorativa che conciliasse la pensione con un altro tipo di attività, per altri invece è stato un modo per tornare nel mondo del lavoro. Sodexo, molto attenta a queste tematiche, sostiene infatti gruppi come FACE (Foundation Against Exclusion) e Force Femmes (Women Power) per aiutare le persone a non sentirsi escluse.

Quali sono i bisogni dei Boomers?

Quelli che scelgono il part-time per avere maggiore flessibilità, lo richiedono, ad esempio, per disporre di più tempo da dedicarsi ai figli e ai nipoti. Ma sul posto di lavoro, non hanno particolari esigenze.

Ciò che li attrae è il tipo di atmosfera più familiare che si respira negli ambienti di lavoro e, nonostante gli stereotipi, la possibilità di imparare nuove tecnologie e nuove forme di comunicazione.

Cosa offrono i Boomers?

Mettono a disposizione tanta esperienza, familiarità con l’ambiente aziendale e inoltre sono motivati e affidabili. Il turnover dei dipendenti è più basso, infatti non sono alla ricerca di un salto di qualità della loro carriera, ma hanno solo il reale desiderio di lavorare in gruppo, per aiutare le persone e condividere le proprie conoscenze con gli altri. Contribuiscono infine a garantire la diversità della forza lavoro che è un bene tangibile in ogni azienda.

consulenza vantaggi fiscali

Il blog di Sodexo

Scopri tutti i consigli per migliorare il clima aziendale, la motivazione dei dipendenti e promuovere la cultura del work-life balance premiando l’impegno e il raggiungimento degli obiettivi. Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

Iscrizione al Blog

New Call-to-action

Articoli recenti