<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo News

Policy HR per i genitori: la sfida per le PMI

#4-How_can_SMEs_become_more_family_friendly2

Non possono essere paragonate alle grandi aziende multinazionali, ma anche le PMI possono offrire policy adeguate e vantaggi per i dipendenti-genitori che hanno figli. Lavorare da casa, un supporto di assistenza all’infanzia e molte altre soluzioni sono previste nei piani delle PMI.

Competere con le soluzioni delle aziende più grandi è diventato l’obiettivo delle piccole e medie imprese. Ma queste riescono a confrontarsi con le grandi aziende per quel che riguarda le policy per i genitori?

Tutte le evidenze dicono che le PMI possono ottenere vantaggi evidenti sostenendo i dipendenti che si trovano a dover gestire sia la carriera professionale che la vita privata.

Un buon equilibrio casa-lavoro aiuta i dipendenti a rendere al meglio, ciò viene tradotto in produttività più alta, maggiore fedeltà e aumento della motivazione, in un contesto in cui molte persone ritengono che il proprio lavoro stia diventando stressante.

Uno studio condotto nel Regno Unito, ha riscontrato che il 40% dei dipendenti trascuri alcuni aspetti della vita privata a causa della pressione del lavoro, con maggiore incidenza sulle donne che soffrono in modo sproporzionato rispetto agli uomini per la scarsa qualità della vita.

Una ricerca promossa da Sodexo in 7 differenti paesi mostra che le PMI sono certamente consapevoli dei vantaggi che porterebbe il miglioramento dell’equilibrio casa-lavoro dei dipendenti.

In una survey a più di 4800 leader delle SME, l’84% dichiara che aiutare i dipendenti ad equilibrare il rapporto casa-lavoro, incrementerebbe i risultati della propria azienda. Eppure in modo determinante, solo il 49% di loro ha provato che potrebbero competere con aziende più grandi in questo settore; una statistica indicativa che sottolinea quanta poca chiarezza ci sia nel mondo delle PMI in merito alle policy a supporto delle famiglie.

Bilanciare il rapporto tra il lavoro e la famiglia diventa quindi una sfida chiave per le PMI, che allo stesso tempo hanno bisogno di rimanere competitive nel mercato del lavoro, dove il trend tra le grandi aziende è quello di offrire maggior flessibilità ai dipendenti-genitori.

Un grande problema da affrontare è riuscire ad attrarre l’attenzione dei governi. Singapore, per esempio, ha lanciato un piano specifico per incoraggiare le PMI a dare lavoro alle mamme lavoratrici; un ottimo supporto in un paese dove 8 madri su 10 tornano al lavoro dopo aver avuto un figlio.

Il ministro Josephine Teo ha riconosciuto che nell’ultimo anno le PMI hanno compreso l’importanza di aiutare i genitori “ma molto spesso, non sanno da dove iniziare”. Chiaramente, la necessità di accedere ai servizi di assistenza all’infanzia, impatta molto sulla vita di coppia.

Le PMI provano a mettere in campo e ad adottare una serie di approcci: l’aiuto con i servizi di assistenza all’infanzia, gli orari flessibili e il lavoro da casa in alcuni giorni, particolarmente quando un figlio è ammalato, sono un bene per i dipendenti delle PMI.

Nel Regno Unito, per esempio, i genitori con figli fino a 15 anni, hanno la possibilità di convertire parte del loro salario detassato con dei vouchers Sodexo, che vengono utilizzati per pagare i servizi di assistenza all’infanzia tramite un portale online.

Il Governo ha portato avanti un programma che permette a un dipendente di risparmiare 1100€ all’anno per i costi di assistenza all’infanzia, mentre i datori di lavoro risparmiano 500€ in contributi sociali per la salute.

Una survey su 1200 genitori ha riscontrato che il 99,5% di loro raccomanderebbe questo programma di benefit ad altri. In Francia, Creche Attitude, un’azienda Sodexo, ha un’offerta simile e consente ai datori di lavoro di co-finanziare i costi per gli asili nido dei propri dipendenti. Questo network di 1000 asili nido e 7000 bambini al giorno, facilita sicuramente le dinamiche al lavoro dei genitori.

Un altro esempio pratico è quello offrire ai genitori che lavorano un servizio di portineria che si prenda cura di alcuni compiti di routine, come gli appuntamenti e le prenotazioni, la ricezione di oggetti/articoli o altre commissioni.

Diversamente dalla convinzione che le PMI non possano competere con le realtà più grandi, le soluzioni che si possono adottare e che facilitano e rendono più leggero il carico di lavoro dei genitori sono tante e sono importanti, perché come provano le ricerche, i dipendenti più motivati, sono anche più produttivi.

Le policy dei genitori in azione: una PMI in Romania

Per Network One Distribution, PMI in campo IT ed Elettronica tra i principali in Romania, garantire un buon equilibrio casa-lavoro ai genitori è una sfida, che può essere gestita con diverse soluzioni, ma che fornisce sempre un buon ritorno sugli investimenti.

“Sappiamo che l’equilibrio non sarà mai perfetto, per esempio, abbiamo predisposto una serie di corsi liberi due ore a settimana per preparare le coppie che aspettano un figlio,” dice l’HR Director Eugen Floarea. “Quando il bambino nasce, eroghiamo buoni regalo e ogni Natale organizziamo una festa speciale coinvolgendo circa 120 bambini e 200 genitori. Abbiamo previsto tempi di lavoro specifici per adattarci alle disponibilità degli asili nido, e se il bambino è ammalato, consentiamo alle mamme di assentarsi. Riteniamo di aver fatto molto per i genitori negli ultimi 2/3 anni, ma c’è sempre la sensazione di poter fare di più”.

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti