<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo News

Programmi di riconoscimento per innovare

4_How_recognition_programs_can_and_must_foster_ innovation_1200x630_Facebook

Il ruolo dell’innovazione sul posto di lavoro non è mai stato così cruciale. Man mano che lo sviluppo tecnologico cambia il nostro modo di vivere e lavorare, le aziende che promuovono una cultura della creatività avanzano, mentre quelle che non riescono a sfruttare il potenziale delle loro persone lotteranno per sopravvivere.

Semplicemente incentivare l’innovazione può sembrare abbastanza facile, ma la chiave per una crescita sostenuta sta nel promuovere un ambiente dinamico, in cui i dipendenti hanno lo spazio per creare e dove le idee preziose sono sfruttate. Quindi, come possono i datori di lavoro sperare di ottenere questo risultato?

L’importanza della flessibilità

Il primo punto da notare è che l’inflessibilità non sembra più essere la modalità operativa più utile. I giganti della Silicon Valley hanno capito che lo sviluppo di idee intelligenti richiede spazio. L’iniziativa "20% del tempo" di Google, che incoraggia gli ingegneri a utilizzare il 20% del loro tempo per sviluppare le proprie idee, ha portato alla creazione di prodotti di enorme successo come AdSense e Gmail.

Lo schema InCubator di LinkedIn funziona secondo un principio simile, conferendo agli sviluppatori l’opportunità di lanciare grandi idee al personale dirigente, mentre Apple gestisce "Blue Sky", che permette ad alcuni di loro di spendere due settimane all’anno in progetti personali.

Bisogno di fare “Engagement”

Forse senza sorprese, è improbabile che il personale possa innovare se non si sente coinvolto nella propria organizzazione. Uno studio di Krueger & Killham (2007) pubblicato dal Gallup Management Journal ha rilevato che il 59% dei dipendenti assunti ha dichiarato che il loro lavoro "fa emergere le loro idee più creative", mentre solo il 3% dei dipendenti che si consideravano disimpegnati ha detto lo stesso.

Premi e riconoscimenti creativi

Quando si tratta di riconoscimento, le ricompense finanziarie sono solo una parte della storia, e molte aziende hanno sfruttato con successo altre strategie di motivazione efficaci. Ad esempio, 3M si basa principalmente sul riconoscimento tra pari per incoraggiare l'innovazione, attraverso il premio "Circolo tecnico di eccellenza". Quest’ultimo consiste nell’offerta di un viaggio in Minnesota in ritiro aziendale per gli innovatori eccellenti, selezionati dai loro collaboratori. La Banca Mondiale ha creato con successo una cultura in cui l'innovazione è apprezzata, offrendo incentivi sia al personale che ad altre organizzazioni, per soluzioni creative che permettono di affrontare la povertà. Inoltre, organizza anche "fiere della conoscenza" per incoraggiare la curiosità e la collaborazione.

Per le organizzazioni migliori come la NASA e Millennium Pharmaceuticals, la tempistica è fondamentale; un progetto, sia che si tratti di esplorazione spaziale o di portare un farmaco sul mercato, può avvenire nel corso di decenni, quindi per queste organizzazioni, è importante riconoscere i loro esperti al momento della realizzazione. 


Per l’Oréal USA, la diversità e l'inclusione nella forza lavoro sono visti come fattori necessari per promuovere la creatività, esemplificati nella loro formula di gestione della diversità:

Diversità + Inclusione = Innovazione + Successo. Questa ideologia permea molte funzioni dell'azienda, dal reclutamento alla vendita, fino al coinvolgimento della comunità.


Oggi non esiste un modo semplice per riconoscere e premiare l'innovazione. Invece, gli stessi datori di lavoro devono essere creativi, utilizzando una serie di incentivi, mentre la loro offerta di risorse umane deve anche produrre un ambiente che faciliti l’innovazione creando spazio, incoraggiando l'impegno nell'azienda e promuovendo la diversità. Secondo il Dr. Gita Bajaj, professore di HR & Communication presso l’Institute of Management Technology di Dubai, la creatività continua dei dipendenti può essere raggiunta solo se c'è una cultura top-down che la incoraggi. 

FOCUS - 3 DOMANDE A…

Il Dr. Gita Bajaj ha scritto con altri autori un libro sul tema delle innovazioni nella gestione delle persone.

Qui, condivide le sue conoscenze specialistiche.

Le imprese soffrono di mancanza di innovazione?

Non c’è mai stato un momento migliore per innovare: abbiamo una tecnologia che ha cambiato completamente tutto nella nostra vita, abbiamo accesso a informazioni mai disponibili prima. Tuttavia, mentre imprese come Google e Amazon sono all’avanguardia, vi sono numerose imprese che non riescono a innovare. Molti pensano che non accadrà a loro e sono impegnati in guadagni a breve termine, massimizzando il loro valore per gli azionisti attraverso lo stock, che porta ad una situazione miope dove non considerano il lungo termine. Ci sono molti esempi di aziende che hanno subito perdite enormi a causa del fatto di non aprire gli occhi verso nuove realtà, come Nokia o Xerox o Kodak. Se non lo fanno, non si potrà parlare di innovazione o creatività.

Quali sono attualmente le sfide maggiori che frenano il potenziale di innovazione?

In superficie, c’è un sacco di innovazione e creatività, ma bisogna sfruttarla. Occorre una riflessione più ampia su vasta scala sulla creatività e l’innovazione. Ci sono sempre più cose che frenano, guardate Brexit o cosa sta accadendo negli Stati Uniti: da un lato diciamo che non si può sopravvivere senza innovazione e creatività, dall’altro parliamo di più confini, di una visione più chiusa. C’è un cambiamento macro che dice che non si può vivere senza di esso, e c’è un altro cambiamento macro che dice di non poterlo fare.

Inoltre, a livelli più piccoli, si notano sintomi che sono indicativi di mancanza di creatività e innovazione: licenziamenti, stress, pressione. Non si possono avere persone che sono stressate e che fanno un lavoro creativo e innovativo.

Qual è l’ambiente di lavoro ottimale per promuovere l’innovazione?

Qualche stress è sempre buono, ma uno stress eccessivo è controproducente. Le aziende innovative sanno che un’azienda può avere il meglio di altre risorse, ma a meno che le risorse umane non siano in grado di ideare e creare, non c’è modo di fare qualcosa di nuovo o diverso.

In che modo i benefici e le strategie premianti possono contribuire a sviluppare l’innovazione?

Riconoscere e promuovere l’innovazione non è qualcosa che si può fare in modo frammentario. I vertici aziendali devono crederci e assicurarsi che la cultura aziendale, le ricompense e i riconoscimenti incoraggino l’innovazione.

In termini di cultura, il management deve comprendere le esigenze e le motivazioni dei dipendenti creativi. Ricercatori e creativi possono avere bisogno di un lavoro più flessibile, di ambienti più rilassati per ideare (Google Cafes per esempio), di piattaforme di discussione più ampie (come il moderatore di Google), di tempi più lunghi per i risultati e di obiettivi in evoluzione. Anche le politiche aziendali volte a fornire finanziamenti alla ricerca e percorsi di carriera ai ricercatori possono sostenere l’innovazione.

Per quanto riguarda i premi, una questione chiave è se le aziende hanno politiche di incentivazione dei risultati della ricerca, così come per i responsabili delle vendite e del marketing con obiettivi di vendita. E gli incentivi sono paragonabili ai guadagni ottenuti con queste innovazioni? La risposta è NO.

Molte aziende si vantano di incoraggiare pagando 500 dollari per un’idea creativa! Altri la integrano al salario base del dipendente!

I piani di incentivazione devono essere ripensati, con le ricompense legate al valore generato dall’idea.

Infine, il riconoscimento costa molto poco alle aziende, ma i risultati sono sensazionali, soprattutto se abbinati a premi. Alcune ditte condividono royalties con gli inventori, altre concedono dei bonus. Il punto chiave da capire è che i dipendenti creativi che promuovono l’innovazione hanno idee diverse. Le aziende devono sforzarsi di capire cosa motiva queste persone e poi progettare benefici e premi per incoraggiarle.

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti