<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo Benefits Blog

Rendere flessibile il piano welfare: perché?

#43

Come trattenere i talenti e aumentare la lealtà dei propri collaboratori? Avevi mai pensato che il primo contributo potrebbe venire da te, dal modo in cui li tratti?

Una recente ricerca A.T. Kearney condotta da Sodexo ha evidenziato un dato interessante: le due ragioni più gettonate per cui i datori di lavoro italiani pensano sia importante predisporre un piano di welfare aziendale sono l’attrazione di talenti e la “retention” dei propri collaboratori già in azienda: insomma, i sistemi di benefit e premio sembrano rivestire la vera e propria funzione di evitare alle imprese uno spreco di tempo, soldi ed energie, oltre ad assicurare il coinvolgimento dei dipendenti.

Ma attenzione: se pensate di mettervi la coscienza a posto elargendo qualche servizio di punto in bianco, guardate anche questo dato: il 54,2 % dei lavoratori vorrebbe essere libero di scegliere il tipo di benefit di cui usufruire, in modo tale che si accordi meglio alle proprie esigenze.

Ma cosa vuol dire “personalizzare” i benefit? E com’è possibile?

Puoi vedere un esempio di questo nel nuovo servizio Pass Shopping di Sodexo: questo buono, infatti, grazie alla sua versatilità e adattabilità, permette all’azienda di godere di vantaggi fiscali e al tuo collaboratore di spenderlo in un’ampia rete di servizi: Pass Shopping può essere utilizzato per viaggi, centri benessere, spesa al supermercato, shopping di vario genere, come anche in buoni carburante, a seconda delle necessità di ciascuno.

Inoltre, può essere consegnato in versione cartacea o digitale: in quest’ultimo caso, basta presentare il pdf memorizzato all’interno del proprio smartphone, dopo aver scelto il punto vendita preferito sul portale www.pass-shopping.it. Anche per gli appassionati di acquisti online, Pass Shopping ha la risposta: infatti è convertibile per essere speso su internet. Usufruibile in piena mobilità, versatile per ogni situazione: puoi usarlo per integrare il piano Welfare, per predisporre un regalo per i tuoi dipendenti in occasione delle festività, per premiare un reparto o anche per fidelizzare i clienti.

Ma come capire se questa soluzione è quella adatta a te?

welfare aziendale eBook gratuito

Come capire le esigenze dei tuoi dipendenti? Comunicazione e “personas”

Un’azienda è un ecosistema complesso che si compone di diverse tipologie di persone, con vari livelli di cultura, istruzione, provenienza e vissuti personali.

Anche se non ci si trova in una grande azienda, può essere difficile prevedere l’impatto che un piano welfare potrebbe avere sui dipendenti, ma soprattutto capire quale sia il (o i) benefit che possa tenere in considerazione le esigenze di ciascuno di loro.

Ad esempio, una persona che ha esigenze alimentari particolarissime e fatica a trovare in giro cibo che la soddisfi, potrebbe apprezzare di più un abbonamento ai mezzi pubblici rispetto ai buoni pasto.

Oppure, è vero, ci sono benefit “personalizzabili” che possono più o meno adattarsi a tutti, come ad esempio un buono regalo . Esso dovrebbe però essere progettato con un occhio al “digital”, perché un “Millennial” che compra molto online, potrebbe gradire di più un buono spendibile su Amazon in ciò che preferisce, rispetto allo scegliere un negozio fisico in cui recarsi.

Oppure, il buono regalo potrebbe non essere poi così rispondente alle esigenze di una persona che ha già uno stipendio alto e si trova ad un punto più avanzato della sua carriera: essa potrebbe infatti avere più bisogno di qualcuno che la aiuti a sbrigare piccole faccende quotidiane per poter passare più tempo con la propria famiglia.

Come fare a orientarsi in questo labirinto? Dato che è quasi impossibile, soprattutto per le aziende grandi, parlare e conoscere ciascun lavoratore, ecco 3 “step” per conoscere meglio e in modo ottimizzato e intelligente i tuoi dipendenti:

    1. Raccogli informazioni: nei limiti della privacy, cerca di capire chi sono i tuoi collaboratori, chiedendoti: quanti anni hanno? Qual è il loro incarico? Cosa gli piace fare? Si sa qualcosa del loro stile di vita? Da quando sono in azienda? Quali sono le loro aspirazioni e qualità? Cerca di elaborare dei modelli statistici di base sulle caratteristiche demografiche delle tue risorse umane, ma non contano solo i numeri! Prova a testare personalmente “l’aria che tira” in azienda.
    2. Crea delle “personas”... e parlaci!: le “personas” sono “tipi umani”, modellati in base alle informazioni raccolte, raggruppate a formare varie tipologie di “caratteri” come se formassero delle persone reali: più o meno la stessa operazione che si fa quando bisogna fissare un “target” per un prodotto. Perciò è importante chiedersi e fissare per ogni “persona”: nome, età, se ha famiglia, e se sì, di quale entità, livello di confidenza con la tecnologia, frequenza di visite mediche, attività preferite fuori del lavoro, dove vive, cosa fa nel tempo libero, aspettative e preoccupazioni. Una volta delineato il “tipo umano”... parlaci! Prova a pensare cosa ti potrebbe rispondere, attenendoti alle caratteristiche che hai delineato.
    3. Seleziona: a questo punto non ti rimane che scegliere le tipologie di benefit tra cui vuoi che i tuoi dipendenti possano scegliere, in base alle caratteristiche che hai imparato a conoscere.

Vuoi conoscere meglio tutte le possibilità offerte da Sodexo per motivare e prenderti cura dei tuoi collaboratori? Hai bisogno di una consulenza approfondita che costruisca il tuo piano di Welfare non con un’astrazione, ma sulle reali caratteristiche della tua azienda? Vieni a trovarci e a conoscere il metodo “Welfare Discovery”! >>https://www.sodexo-benefits.it/

Creare valore è anche migliorare la Qualità della Vita, mettendo la persona al centro!

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti