<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo Benefits Blog

Strumenti per ottimizzare il costo del personale

Pubblicato il: 21.03.18 - Tempo di lettura: 3 minuti

costo del personale

È indubbio che l’ottimizzazione dei costi del lavoro sia stato un argomento all'ordine del giorno per le aziende, non solo italiane, negli ultimi anni. Non si può pensare di risolvere la questione semplicemente attraverso un’operazione di riduzione dell’organico, poiché si tratta di una strategia che alla lunga mina non solo il successo, ma la sopravvivenza stessa dell’azienda.

In questo articolo analizzeremo alcuni strumenti che mirano all'ottimizzazione del costo del personale, ma senza correre il rischio di perdere la propria competenza e di vedere diminuire la propria quota di mercato.


Come si ottimizza il costo del personale preservando le risorse umane?

Per le aziende, quello del costo del lavoro è senza dubbio un argomento delicato che va affrontato con il giusto approccio coinvolgendo diverse figure professionali che, a seconda della realtà organizzativa, possono comprendere il consulente del lavoro, l’amministrazione, il dipartimento HR e l’ufficio legale, ma anche i responsabili della formazione.

Oggi, per ottimizzare il costo del lavoro occorre intraprendere una strategia che consenta, da un lato, di ridurre i costi, dall'altro di proteggere i dipendenti, la risorsa più preziosa dell’intera organizzazione. Qual è l’obiettivo di questa strategia duplice? Individuare gli strumenti che possano offrire delle soluzioni adeguate ai collaboratori e possibilmente contenere le spese aziendali.

La situazione italiana

In un Paese come l’Italia dove il cuneo fiscale si avvicina al 50%, per ogni Euro di retribuzione lorda, solo 50 centesimi vengono corrisposti al dipendente, il che significa che i rimanenti 50 centesimi rappresentano un costo per l’azienda. Le conseguenze sono duplici e implicano, da una parte, una trattenuta per i lavoratori di circa metà della retribuzione e dall'altra la diminuzione delle risorse a disposizione dell’organizzazione che potrebbero invece essere destinate a investimenti in progetti di formazione o per altre iniziative volte all'incremento dell’organico. 
In virtù di questa doppia situazione di svantaggio, occorre studiare una soluzione che supporti la crescita, il benessere e la motivazione delle persone e non impatti in maniera eccessiva sulla voce di spesa relativa ai costi del lavoro.

Al momento, esistono alcune opportunità da sfruttare all'interno del sistema normativo italiano, vediamone alcune nel prossimo paragrafo.

Modalità per contenere i costi del personale

Come abbiamo visto nelle righe precedenti, la soluzione, piuttosto estrema, della riduzione e dei tagli al personale non fa che peggiorare la situazione di un’organizzazione che, insieme alle proprie persone, rischia di perdere le competenze e la competitività.

Ci sono delle modalità a disposizione delle imprese in Italia per contenere e talvolta persino diminuire i costi del personale. Parliamo ad esempio di finanziamenti per la formazione, sgravi contributivi, agevolazioni per determinate forme contrattuali e sistemi di compensation & benefit.

In particolare, il buono pasto è uno dei benefit capaci di rispondere a necessità e bisogni reali del dipendente, garantendo una sua maggiore soddisfazione, e allo stesso tempo l’azienda, sfruttando i benefici fiscali, ottimizza il costo del lavoro.

 

New Call-to-action

 

Si tratta di un buono utilizzabile, in qualità di servizio sostitutivo di mensa, presso esercizi commerciali convenzionati che consente alle imprese di offrire ai dipendenti una pausa pranzo di qualità e di incrementare il loro potere d’acquisto, senza dover intervenire sulla retribuzione in busta paga, che come dettagliato sopra, è soggetta ad elevata tassazione.

I buoni pasto che vengono riconosciuti ai collaboratori, infatti, non generano imponibile fiscale né contributivo entro un limite massimo d’importo determinato dalla sua tipologia:

  • € 5,29 per i buoni pasto cartacei
  • € 7 per i buoni pasto elettronici

Per le aziende e gli imprenditori, questo significa potere offrire ai collaboratori un reddito destinato ad una pausa pranzo di qualità, indispensabile per la salute e il benessere psico-fisico, totalmente detassato di circa 1.165 € all'anno, nel caso del buono cartaceo, o di 1.540 € all'anno per il buono elettronico.

Inoltre, la normativa prevede che i buoni possano essere usati anche per l’acquisto di prodotti pronti al consumo presso la grande distribuzione, piccoli negozi di alimentari e mercati.

Oltre ai ticket per il pasto, esistono altre forme di buoni (carburante, shopping, per il trasporto pubblico) che rientrano in una politica di benefit aziendali a 360° orientata al miglioramento della qualità della vita dei dipendenti.

Un ulteriore suggerimento: a valle di una riorganizzazione aziendale che prevede la revisione dei processi HR, accade che alcune risorse siano ricollocate in aree diverse e più strategiche per il miglioramento delle performance; in queste situazioni specifiche non bisogna dimenticare di rivedere anche le tipologie contrattuali, analizzando i dati di payroll per identificare possibili nicchie di risparmio, criticità o agevolazioni non sfruttate.

Poniamo il caso di un cambio di mansione: se il dipendente utilizzava un macchinario per svolgere il proprio lavoro e questo non è più previsto nel nuovo ruolo, anche il premio INAIL dovrà essere rivisto e probabilmente sarà minore in virtù dei diversi scenari di rischio.

 

A partire dall'analisi dei dati a disposizione, delle procedure interne e elaborando un piano di benefit aziendali, è possibile avviare una strategia di ottimizzazione dei costi del personale e mantenere alti i livelli di soddisfazione e fidelizzazione all'interno dell’organizzazione, così come le performance aziendali. In quest’ottica, un benefit come il buono pasto non può che costituire un asso nella manica per aziende e imprenditori che desiderino premiare i propri collaboratori senza dovere incorrere in oneri fiscali e contributivi.

Consulenza Sodexo Benefits & Rewards

Argomenti: costi del personale

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti