<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo Benefits Blog

Welfare metalmeccanici: scadenze e procedure per le aziende

Pubblicato il: 20.12.18 - Tempo di lettura: 3 minuti

welfare metalmeccanici

L’attenzione al benessere e alla qualità della vita è cresciuta negli ultimi anni, tanto da essere prevista, per alcuni settori, anche a livello contrattuale. Nei rinnovi dei CCNL Metalmeccanici Industria, Telecomunicazioni, Orafi Argentieri e Gioiellieri e personale non medico Case di Cura, Centri Analisi, Poliambulatori, Servizi Assistenziali e Servizi Socio Sanitari, infatti, sono state introdotte scadenze e quote di servizi welfare da mettere a disposizione dei collaboratori.

In questo articolo prenderemo in esame in particolare la normativa prevista per il welfare metalmeccanici, per guidare la gestione operativa.


Welfare metalmeccanici: significato e obiettivi

Prima di approfondire il tema del welfare metalmeccanici, è opportuno chiarire il significato di welfare aziendale: si tratta di beni e servizi messi a disposizione dall'impresa ai suoi collaboratori per migliorarne la qualità della vita.

Scopri tutto sul welfare per il CCNL Metalmeccanici nella guida gratuita!

Di fatto, il welfare è una soluzione efficace sia per attrarre talenti che per fidelizzarli, puntando sulla loro soddisfazione e migliorandone il benessere. Il suo sviluppo a livello aziendale, oltre a completare e rafforzare il welfare pubblico, si deve alla necessità di aggiornare le politiche, retributive e non solo, alle esigenze che sono cambiate radicalmente con la digitalizzazione e l’introduzione di nuovi strumenti di lavoro.

I servizi di welfare aziendale permettono anche di ottenere vantaggi fiscali, sia per le imprese che per i collaboratori che, ad esempio, possono scegliere se ricevere il premio di produttività in denaro o benefit. In questo secondo caso, si ottiene la totale defiscalizzazione del premio (Legge di Stabilità 2016 e 2017).

Tra i servizi a disposizione come benefit, rientrano anche i buoni acquisto che sono deducibili fino al valore di € 258,23 per collaboratore, come da Art. 51 comma 3 del T.U.I.R.

ccnl

In aggiunta a questa possibilità, e sempre con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei collaboratori, i rinnovi di alcuni Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro hanno previsto al loro interno l’inserimento di servizi welfare. A questo link è consultabile una sintesi normativa.

Il primo CCNL a includere il welfare è stato quello dei Metalmeccanici Industria, di cui approfondiamo le modalità, le scadenze e gli importi nei prossimi paragrafi.

Quali sono gli importi previsti dal welfare metalmeccanici?

Il valore dei beni e servizi di welfare che le aziende che applicano il contratto Metalmeccanici Industria devono mettere a disposizione dei collaboratori è pari a:

100€ dal 1° giugno 2017

150€ dal 1° giugno 2018

200€ dal 1° giugno 2019

welfare metalmeccanici scadenze

A chi si rivolge la disposizione contrattuale?

Ai collaboratori assunti entro il 31 dicembre di ciascun anno o in forza il 1° giugno (sia con contratto a tempo indeterminato che determinato) che abbiano superato il periodo di prova. Sono esclusi coloro che per il periodo 01/06-31/12 si trovano in aspettativa non retribuita. Nel caso di contratti a termine, per disporre dei servizi welfare, i collaboratori devono avere maturato un’anzianità di servizio di almeno 3 mesi complessivi nel corso dell’anno.

È importante specificare che, qualora in azienda siano presenti altri benefit e strumenti di welfare, i servizi prescritti dal CCNL Metalmeccanici Industria si vanno ad aggiungere, ad esempio, ai buoni pasto.

I vantaggi per l’azienda e i collaboratori

L’introduzione di servizi di welfare offre vantaggi sia alle imprese che ai collaboratori.

Contribuendo al miglioramento del work-life balance, della qualità della vita e del benessere, le imprese hanno la preziosa opportunità di incrementare le performance e ottimizzare i costi del lavoro, grazie ai benefici fiscali. In questo circolo virtuoso, il clima aziendale contribuisce a creare un’immagine attrattiva anche nei confronti dei talenti in fase di recruiting.

Gli ambiti di applicazione della defiscalizzazione del welfare metalmeccanici

Secondo le limitazioni definite dagli Articoli 51 e 100 del TUIR, gli ambiti di applicazione della defiscalizzazione dei servizi di welfare sono i seguenti:

  • Buoni spesa/carburante/regalo
  • Buoni pasto, mensa o convenzioni aziendali
  • Benefit relativi ai trasporti (abbonamenti, navette)
  • Previdenza integrativa e assicurazioni medico-sanitarie
  • Buoni viaggio, wellness, attività sportive e tempo libero
  • Supporto alle famiglie per figli o familiari non autosufficienti

 


Come procedere?

Oltre alla possibilità di introdurre un piano di welfare aziendale strutturato, lo strumento più semplice per la scadenza prevista dal CCNL Metalmeccanici Industria del 1° giugno 2019, che ricordiamo essere di 200€ in servizi welfare, è il buono acquisto.

Pass Shopping è la soluzione versatile, pratica e veloce, per rispondere alla disposizione contrattuale e beneficiare di importanti vantaggi fiscali. È disponibile in formato cartaceo e digitale, per incontrare le esigenze di tutti i collaboratori e contribuire a diffondere benessere organizzativo.

Vuoi saperne di più? Non aspettare! Prenota ora una consulenza gratuita e scopri tutto per adeguarti alle disposizioni contrattuali e ottenere i vantaggi per l’azienda!

Consulenza Sodexo Benefits & Rewards

 

Argomenti: welfare aziendale, welfare rinnovi CCNL, gestione operativa

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

ccnl

Articoli recenti