<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=184280595606204&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Sodexo Benefits Blog

Work-Life Balance: produttivi fuori dall'ufficio?

bridge-1525326

Cosa vuol dire che anche il tempo passato fuori dell’ufficio può essere produttivo? Certamente non significa che le dinamiche del lavoro devono invadere la vita privata, anzi… Il tempo libero “produttivo” è proprio quello che rende più soddisfatti e rilassati. Scopriamo perché!

Abbiamo parlato in un post precedente di come diventare più produttivi al lavoro; abbiamo visto che ciò non coincide con l’essere parte di una catena di montaggio senza personalità che deve assemblare quanti più pezzi possibili. Anzi, aumentare la propria incisività sul tempo a tua disposizione tante volte coincide con una maggiore autocoscienza e autocontrollo, oltre che con una maggiore qualità della vita.

Ma fuori dal lavoro, cosa vuol dire essere produttivi? è possibile passare del tempo proficuo anche a casa, in famiglia, durante le vacanze, senza sembrare dei robot ossessionati dall’accumulare risultati?

Urge un chiarimento di termini: in realtà, il vero relax è produttivo, perché ricarica le nostre energie fisiche e mentali. Stare con la famiglia o con chi ci vuole bene lo è pure, come anche dedicarsi a qualcosa che interessa, o darsi da fare nel volontariato, o il prendersi cura di un parente in difficoltà: sono tutte cose che costruiscono la persona e mettono in comunicazione con il proprio io più profondo.

Ma attenzione: prova a pensare, ad esempio, all’ultima cena con gli amici, o all’ultimo momento che hai avuto per stenderti un momento sul divano a riposarti. E ora rifletti: sei stato veramente attento a quelle persone? Sul divano, hai veramente “staccato” la testa?

Purtroppo, al giorno d’oggi il tempo cosiddetto “libero” viene sempre di più osteggiato dagli… schermi: Social Network, TV, app di messaggistica sono talmente semplici da usare e richiedono talmente poco sforzo intellettuale da far percepire come faticosa ogni altra attività, anche se piacevole. Certo, spesso sui Social possiamo trovare contenuti interessanti o veramente pregni di significato, come anche le news aggiornate 24 ore su 24, ma la percentuale di spazzatura e argomenti di infima qualità che incameriamo nella mente attraverso gli occhi è nettamente superiore.

A chi non è mai capitato, durante una cena, di evadere da un momento di silenzio “scrollando” la bacheca Facebook sullo smartphone, invece di trovare un nuovo argomento e conoscere meglio le persone che ha di fronte? Oppure di rimandare il giusto orario per dormire, magari dimenticandosi di dare la buonanotte ai familiari perché abbacinati dalle colorate immagini di Instagram o dalla puntata su Netflix? Ti è mai successo di volerti concedere un’ora di pisolino sul divano, ma di passarla tutta a guardare gli ultimi messaggi per poi essere più stanco di prima?

Bene, tutto questo vuol dire non essere produttivi , anche fuori da contesti lavorativi. Come si può vedere, dunque, anche al di là dell’orario d’ufficio c’è un modo di spendere il proprio tempo che rende la vita migliore e uno che la peggiora e rende più infelici e soli.

Ridurre la quantità di minuti o, spesso, ore che si dedicano ad attività senza importanza è un gesto importante da fare per riprendere in mano la propria vita, anche se spesso non semplice, perché… è talmente facile rimanere nelle stesse abitudini!

Ci sono però alcuni semplici accorgimenti pratici che si possono usare per provare ad uscire dal loop:

  • non colpevolizzarsi. Quando si sbaglia e si ricade nello stesso errore, la miglior cosa è ricominciare senza demordere.
  • Impostare un timer quando si usa Facebook. Oppure senza darti subito un limite, potresti iniziare col tenere un diario dei tuoi accessi giornalieri e del tempo che durano. Rimarrai stupito della quantità di volte! Da lì allo stabilire un limite massimo di permanenza il passo sarà breve.
  • Mantieni installate soltanto le app strettamente necessarie. Le notifiche sono delle esche spesso lusinghiere e curiose, e quindi pericolose per i tuoi buoni propositi.
  • Disinstalla i giochi. Leggere un bel libro, un giornale o fare un cruciverba o una bella conversazione è un modo migliore per passare il tempo.
  • Dormi di più. L’assenza di riposo rende più attraente l’evasione dal mondo esterno, anche se è falsamente riposante; soprattutto, mai leggere sull’Ipad o sullo smartphone prima di andare a dormire. La luce dello schermo inibisce la melatonina e potrebbe sempre accadere che ti capiti davanti agli occhi un commento o una frase che ti faccia innervosire o risvegli pensieri negativi. Meglio spegnere tutto e aprire un libro stampato.

Quando la fatica si fa sentire, pensa a ciò che stai realmente facendo rinunciando a farti assorbire dai tuoi device: stai riconquistando qualcosa che è solo tua, ovvero il tuo tempo! E nessuno ha il diritto di fartelo sprecare, per nessun motivo.

consulenza vantaggi fiscali

Iscrizione al Blog

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle soluzioni per attrarre i dipendenti, rafforzarne la fedeltà e l’engagement e avere un impatto positivo sulle performance.

New Call-to-action

Articoli recenti